16 lug 2013
luglio 16, 2013

Tonno in crosta di pistacchi & Gavi

Una facile ricetta abbinata ad un grande vino, Tenuta San Pietro Gavi La Gorrina.

 http://ricette.giallozafferano.it/Tonno-in-crosta-di-pistacchi.html

PER IL TONNO

 

■ PREPARAZIONE

 

Tonno in crosta di pistacchi

Per preparare il tonno in crosta di pistacchi procuratevi un trancio di tonno fresco, ponete il trancio in congelatore per almeno un’ora così che risulti più comodo da tagliare evitando di romperne le fibre.  Estraete dal congelatore il tonno e tagliatelo nel senso della lunghezza (1) a fette spesse circa 2-3 cm (2). Mettete le fette di tonno in una pirofila e irroratele con l’olio di oliva (3).

Tonno in crosta di pistacchi

Nel frattempo, asciugate con un panno carta  i pomodorini secchi per eliminare l’olio in eccesso (4) e tritateli finemente con un coltello (5). Ponete i pistacchi tritati in una ciotola (6),

Tonno in crosta di pistacchi

aggiungete i pomodorini tritati (7), i semi di papavero (8) e il pangrattato (9).

Tonno in crosta di pistacchi

Mescolate per amalgamare bene gli ingredienti e salate la panatura a piacere (10). Prendete le fette di tonno e passatele nella panatura, premendo  bene su tutti i lati (11).
Ponete un paio di cucchiai di olio extravergine d’oliva in una padella antiaderente (12) e una volta raggiunto il calore necessario (l’olio deve sfrigolare),

Tonno in crosta di pistacchi

unite le fette di tonno panato (13) e fatele cuocere 1 minuto per lato, rigirandole una sola volta (14). Non protraete la cottura in modo che il tonno resti rosato all’interno, il tonno non deve diventare bianco altrimenti la carne risulterà piu’ dura. Togliete il tonno in crosta di pistacchi dalla padella e tagliatelo a fette (15) dello spessore di 2 cm, quindi adagiatele su di un piatto da portata e servite immediatamente.

■ CONSERVAZIONE

Si consiglia di consumare il tonno in crosta di pistacchi al momento.
Se avete acquistato del pesce fresco potete congelare le fette già impanate da crude e scongelarle in frigorifero prima di cuocerle.

■ CONSIGLIO

Se non gradite i semi di papavero potete sostituirli con i semi di sesamo neri.

IL NOSTRO ABBINAMENTO: