RUINART

Plus Ancienne Maison de Champagne” : così recita lo slogan aziendale che si trova tanto all’arrivo alla Maison che nelle etichette degli Champagne Ruinart. Un tratto identitario che il gruppo Luis Vuitton , attuale proprietario della Maison , non ha mancato di evidenziare.

Storia della Maison Ruinart : la storia della famiglia Ruinart è presente a Reims già dal XV secolo come commercianti di tessuti preziosi , ma solo nel XVIII secolo inizia ad investire le molte ricchezze accumulate acquistando vigneti per la produzione di Champagne.
L’anno esatto è il 1729 e l’iniziatore è Nicolas Ruinart , mentre l’ispiratore è il monaco Dom Thierry Ruinart dell’Abbazia di Hautvillers , a cui la Maison dedicherà l’etichetta Dom Ruinart.
Lo stile della Maison e la qualità dei vini prodotti , uniti alle capacità commerciali dei discendenti di Nicolas Ruinart ( Claude Ruinart , Ireneé Ruinart , Edmond Ruinart ) fanno si che nella fine del ’700 le bottiglie annue vendute sono oltre 40mila , mentre nell’800 lo Champagne Ruinart varca i confini continentali conquistando il mercato del nuovo mondo e quello russo.
Nel ’900 il Marchio Ruinart è diventato talmente identificabile nel settore dei vini di alto livello che nel secondo dopoguerra viene acquisito dal gruppo LVMH ( Louis Vuitton Moët Hennessy ) , colosso mondiale del settore del lusso.

Dove si trova la Maison Ruinart : la Maison Ruinart si trova a Reims , che dista circa 130km da Parigi in direzione Nord-Ovest.
La regione è quella di Champagne-Ardenne ( italianizzato e diciamolo pure volgarizzato in Sciampagna-Ardenna ) e il dipartimento è quello della Marna ( La Marne ) , dove si producono alcuni fra gli Champagne più pregiati come anche il Krug , il Roederer e ll Paul Bara.
Nei vigneti della Maison Ruinart al Pinot Nero prevale lo Chardonnay , che viene utilizzato in purezza nel Blanc de Blanc non millessimato e nel Dom Ruinart , il Blanc de Blanc millesimato di punta dell’azienda. Lo Chardonnay prevale anche nel Dom Ruinart Rosé , mentre il Pinot Nero prevale nelle due etichette restanti , il R de Ruinart e il Ruinart Rosé.
Altro tratto distintivo dell’azienda , che non manca di farlo giustamente esaltare nelle visite guidate , è il caveau ricavato nelle cave di gesso di origine romana, che si snodano su un percorso di ben 8km ad una profondità di oltre 30mt.

Vedi prodotti