LA GUARDIENSE

Nel settore della vinificazione riveste una particolare importanza la Cooperativa Agricola La Guardiense, una delle più grandi in Italia.
Essa è situata nella località di Santa Lucia di Guardia Sanframondi in provincia di Benevento.
Fondata nel 1960 da 33 soci, oggi l’azienda è diventata il simbolo del progresso tecnologico ed economico dell’intera provincia beneventana, riuscendo a coniugare l’antico dato dall’esperienza con il moderno dato dalle più avanzate tecnologie, operando sui mercati nazionali ed esteri.
Più di mille i viticoltori associati, che coltivando vigneti su circa duemila ettari di terreno situati in collina ad una altitudine di circa 350 mt. sul mare producono uve che La Guardiense trasforma in ottimi vini e spumanti.
Oggi la quantità di vino prodotto è di 240.000 hl per anno.

Per fare un buon vino potrebbe sembrare sufficiente partire dall’uva migliore e operare poi una sapiente trasformazione. Ma sono qualità come tradizione, amore e vacazione per la viticoltura che in realtà fanno la differenza.
È solo grazie alla massima cura, ad un’attenta selezione ed all’utilizzo delle più moderne tecnologie che tutta la fragranza e i profumi di un luogo, di un terreno, rivivono, esaltati, in quello che può definirsi un ottimo vino. E sono questi i presupposti da cui nascono i vini ” La Guardiense “. Per produrli, ogni anno vengono raccolte e trasformate le uve di 1900 ettari di terreno. Parliamo di un’area del Sannio beneventano dalla vocazione viticola antica, colline verdi ed assolate dell’altitudine media di 350 metri. Il clima è è quello ideale, non troppo rigido d’inverno e con estati assolate e poco piovose. I vigneti sono impiantati sui terreni più vocati e le uve, prima di essere selezionate, vengono seguite con una cura ed un’attenzione quotidiana. Le caratteristiche, le personalità dei singoli vini cambiano: ogni bottiglia si lega meglio ad un sapore, ad un cibo, ad una particolare circostanza.
Ma c’è una caratteristica che risulta comune a tutti i vini “La Guardiense”: la generosità.

Nessuno che abbia già conosciuto questi vini può negare che siano capaci di sedurre anche degustatori più raffinati.

Vedi prodotti