CONTI DUCCO

L’eccellenza di un vino nasce dalle complesse interazioni tra condizioni chimico-fisico, zona geografica e clima dove le piante crescono e si sviluppano. La Franciacorta, una delle prime D.o.c.g. italiane, è da sempre considerato luogo ottimale per la produzione di vino nel quale i terreni di origine morenica conferiscono al contempo struttura e freschezza.

La Conti Ducco sorge nel cuore di questo territorio e con i suoi 125 ettari si presenta come una delle più grandi proprietà terriere franciacortine.

Una peculiarità che consente di sfruttare svariate zone soggette ognuna a diverse condizioni pedologiche e colturali uniche ed irripetibili per un patrimonio vitivinicolo in grado di garantire bollicine assolutamente originali e identificabili grazie alle caratteristiche uniche delle proprie territorialità.

Ogni vigneto si presenta con caratteristiche uniche e particolari che ne rendono i vini derivanti sempre distinguibili per profumi e aromi.

Su questi presupposti è stato sviluppato un sistema di classificazione che distingue i vigneti più vocati e meritevoli di punteggi elevati da quelli meno indicati per la produzione di grandi vini.

Un concetto che ha portato ad individuare 28 Cru Conti Ducco all’interno dei 125 ettari di proprietà, ognuno dei quali ben identificabile per caratteristiche colturali e pedo-climatiche.

Caratteristiche che durante la vendemmia sono esaltate dalla vinificazione separata delle uve di ogni appezzamento così da originare vini base con una propria e specifica identità.

CRU: è un termine francese che definisce un singolo vigneto dalle caratteristiche particolari. Più i cru sono numerosi e maggiore sarà la possibilità di un’azienda di attingere uve di alta qualità.

Agricoltura sostenibile: agricoltura che considera i bisogni alimentari delle attuali generazioni senza compromettere quelli delle generazioni future.

Vedi prodotti