CANTINE LUNGAROTTI

Lungarotti è vino. E col vino è terra, vigna, lavoro e creatività: una passione di lunga storia. Dalle Tenute di Torgiano e di Montefalco produciamo i classici della zona; dai vigneti più vocati la fascia alta delle riserve e dalla Fattoria del Pometo i giovani, di immediata piacevolezza.

Ogni nostra etichetta nasce da vigneti dedicati. Significa che non si decide cosa farne solo a vino già prodotto, ma al contrario si parte dal vigneto: così curiamo la vigna calibrandola al tipo di terreno e di microclima in modo da ottenere caratteristiche volute e non casuali anche per i vini più immediati, non solo per i grandi cru.

Alle porte del borgo, al centro di una delle zone viticole più piccole d’Italia. Una lunga tettoia, e, dietro, una cantina che negli anni è cresciuta al passo delle vigne che la circondano. Ne escono molti vini, tutti certificati, e ogni dettaglio è seguito con attenzione quasi maniacale. Ci diverte dire che non esistono porte chiuse: fin dall’inizio, il nostro piacere è stato quello di invitare a vedere, e toccare con mano, i processi di produzione e di affinamento. Non c’è promozione migliore. La visita tocca ogni aspetto ed ogni fase della vinificazione, tra macchinari di ultima tecnologia ed ambienti di grande suggestione, botti e barriques, e si snoda lungo il corridoio avvolto nella penombra, affiancato da intere pareti di bottiglie distese in affinamento.

Un percorso suggestivo, lungo il quale sono scanditi i nomi dei vini che qui attendono di raggiungere quel giusto punto di morbidezza ed eleganza per lasciare la cantina. Percorrendolo, si giunge al “caveau”, l’archivio storico, orgoglio dell’azienda, dove sono custodite le vecchie annate. E’ uno spettacolo non comune, così come l’intera visita che introduce al mondo del vino e che sempre è seguita dai visitatori con attenzione e grande partecipazione. E dopo la visita, la degustazione: all’Enoteca della Cantina, in un ambiente adibito alla degustazione e a corsi di formazione.

In cantina lavorano molti dei figli o dei nepoti dei primi operai che con il fondatore presero parte a questa avventura. Un legame che continua attraverso le generazioni e che coinvolge la comunità di Torgiano: ed è la comunità che ha deciso di intitolare la strada su cui si affaccia la cantina proprio a Giorgio Lungarotti.

Vedi prodotti