CANTINE LEONARDO DA VINCI

Le Cantine Leonardo da Vinci nascono nel 1961 dalla volontà dei proprietari di trenta aziende agricole che decidono di associarsi per far fronte ai problemi sorti all’indomani dello sgretolamento del sistema mezzadrile. Si tratta di una società cooperativa che nel 1965 ha la sua prima vendemmia, alla quale segue la semplice trasformazione e vendita di vino sfuso. Nel 1971, poi, inizia anche la commercializzazione diretta di due prodotti in bottiglia: un bianco, il Collebello, e il Leonardo Chianti. Questo rosso ancora oggi è presente nella gamma dei vini prodotti. Negli anni seguenti, incoraggiati dai successi ottenuti, matura la decisione di ampliare l’offerta dei vini dirottando l’attenzione sui prodotti in bottiglia in generale, e su vini di qualità in particolare.

La sede centrale è, ancora oggi, quella storica, ristrutturata e ampliata. Le Cantine Leonardo si trovano, infatti, nel territorio comunale di Vinci, ad appena cinque chilometri dalla casa natale del genio Leonardo.

L’azienda, infatti, prende il nome da Leonardo da Vinci per rendere omaggio al grande intelletto di quello che è universalmente considerato un genio e per sottolineare un forte legame con il territorio, lo stesso che caratterizzava Leonardo, il cui cognome è legato proprio alla cittadina dove nacque il 15 aprile 1452.

Oggi le Cantine Leonardo da Vinci sono una cooperativa d’avanguardia, innovativa e moderna, che può contare sul lavoro e sulla produzione di uve conferite all’azienda da 160 soci.

Sulle colline di Vinci, nella zona del Montalbano, a Cerreto Guidi, Limite e Capraia la terra parla e racconta di antiche vocazioni: vite, olivo, vino, olio.

Condizioni ambientali ottimali favoriscono lo sviluppo della vite e la produzione di uve ideali per la vinificazione. E’ sufficiente assecondare la natura affinché queste vigne offrano un prodotto eccellente. Un inverno complessivamente mite durante il quale a periodi piovosi se ne alternano altri soleggiati, una primavera piovosa e un’estate calda e asciutta, rinfrescata da brevi precipitazioni, rappresentano condizioni climatiche perfette per far giungere le uve alla giusta maturazione.

I vigneti delle Cantine Leonardo sono dislocati in un territorio sufficientemente vasto, tale da garantire l’ambiente ideale per le differenti tipologie di vitigni che vengono coltivate. Sono vigneti posti prevalentemente in collina, nei comuni di Vinci, Cerreto Guidi, Capraia e Limite, Gambassi Terme, Montespertoli e non solo.

Sono circa 500 gli ettari di vigneto cui fanno riferimento le Cantine Leonardo da Vinci. Ettari che hanno nel Sangiovese il vero protagonista, ma a cui si affiancano anche Merlot, Syrah, Canaiolo, Trebbiano, Chardonnay.

Cercando di contenere la produzione per pianta, le Cantine Leonardo da Vinci riescono a migliorare la qualità delle uve. L’esposizione dei vigneti è tendenzialmente a sud, in modo da garantire una maggior insolazione giornaliera e favorire quindi la completa maturazione delle uve.

Migliorare la qualità delle uve significa migliorare la qualità del vino. Ad un ottimo lavoro dei soci nelle vigne si aggiunge quello in cantina, dove avvengono la vinificazione, l’invecchiamento e l’imbottigliamento.

Vedi prodotti